Tex, un eroe (quasi) dimenticato

di Andrea Buono

Tex Willer, eroe western le cui avventure sono narrate dall’infaticabile scrittore Gianluigi Bonelli e disegnate dal fumettista e pittore sardo Aurelio Galleppini.

Tex Willer negli anni ha venduto milioni di copie in tutta Italia e può vantare anche delle edizioni estere di discreto successo, in particolare a Malta (per qualche motivo).

Probabilmente i vostri genitori se non addirittura i vostri nonni si ricorderanno di Tex, un eroe la cui data di nascita si aggira probabilmente intorno alla seconda metà del 1800 che con i suoi fidatissimi pards vagava per l’America per portare giustizia.

Oltre ad essere un ranger temuto da tutti i fuorilegge, Tex è anche l’agente indiano nonché capo della tribù indiana dei Navajos, soprannominato da questi ultimi “Aquila della Notte” e il suo pard, Kit Carson “Capelli d’Argento”.

Tex ha avuto un figlio con Lilyth, la bellissima figlia del capo Navajo Freccia Rossa, che ha deciso di salvare Tex dal palo della tortura decidendo di sposarlo.

Il figlio di Tex verrà chiamato Kit Willer, lo stesso nome del fidato pard di Tex Kit Carson.

Lilyth nonostante sia stata l’unica donna che Tex abbia mai amato, scomparirà completamente dalle tavole di Tex, per poi ricomparire in un leggendario episodio di Tex dal titolo “Il Giuramento”.

Tex nelle sue avventure come detto prima viaggia con i suoi pards Kit Carson, Kit Willer (suo figlio) e Tiger Jack, un indiano navajo dal grande coraggio e stimato da Tex per la sua poco loquacità, a differenza di Kit Carson che invece si deve lamentare a ogni pagina di quanto lui sia vecchio.

Tex nella sua storia, che sta durando da ormai più di 70 anni, ha conosciuto molti leggendari nemici come il Maestro, oppure Tigre Nera, la malvagia strega indiana Zhenda, il temibile quanto spaventoso El Muerto, ma tra questi malvagi spiccherà in particolare uno tra tutti, il più temuto da Tex e i suoi pards: Mefisto!

Mefisto era un prestigiatore che vagava per l’America e il suo primo incontro con Tex avvenne durante la guerra del Messico proprio sulla frontiera messicana, visto che Mefisto era una spia messicana.

Tex alla fine riuscirà ad arrestare Mefisto e la sua bellissima sorellina Lily, ma come dice il detto, ‘chi non muore si rivede’.

Infatti Mefisto tornerà dalla prigione dove era stato rinchiuso, studierà le arti oscure e dopo circa 3 anni dalla sua prima apparizione tornerà per avere la sua vendetta!

L’epopea di Mefisto durerà tanto tempo, e troverà finalmente un finale nel 2022 con l’ultima storia “Il trionfo di Mefisto”, non farò spoiler.

Tex continua ad uscire ogni mese in edicola e attualmente ci sono circa 5 ristampe che escono ogni mese che ripropongono storie più vecchie a seconda della ristampa.

Insomma, Tex è un eroe senza tempo, e secondo me non sarebbe affatto male se questo meraviglioso personaggio venisse un pò preso in considerazione, visto che ha fatto la storia del fumetto italiano!

2 pensieri riguardo “Tex, un eroe (quasi) dimenticato

  • 19 Gennaio 2023 in 21 h 19 min
    Permalink

    Tex!!! Che nostalgico tuffo nel mio passato di adolescente…Grazie!!!

    Rispondi
  • 23 Gennaio 2023 in 20 h 08 min
    Permalink

    È bello sapere di non essere l’unico ragazzo a conoscerlo e a leggerlo. Spero.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.