Struffoli napoletani

di Francesca Pia Piatarosa (IVF, a.s. 2020-2021)


A Natale, come ad ogni festa che si rispetti, si sa:il buffet deve essere abbondante, e soprattutto noi del meridione sappiamo come rendere ogni tavolata un capolavoro!    Purtroppo in questo periodo difficile siamo costretti a restringere i posti e le portate, ma niente ci può privare di questo classico dolce natalizio della nostra tradizione: gli struffoli! La ricetta porta le istruzioni per il robot da cucina per eccellenza, il Bimby, ma si potrà adattare a qualsiasi altra modalità.

Ingredienti:

  • 500 g di farina
  • 4 uova 
  • Un bicchiere di carta scarso di olio di semi
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 buccia di limone
  • 1 bicchierino di liquore Strega
  • 1 cucchiaino di bicarbonato/lievito per dolci
  • 250 g di miele
  • Confettini assortiti

Procedimento:

  1. Lavorare lo zucchero con la buccia di limone (10 sec. vel. Turbo);la scorza e lo zucchero devono essere sminuzzati finemente.

  2. Unire le uova, il sale, l’olio, il liquore e il lievito e amalgamare (10 sec. vel. 5).
  3. Unire al composto la farina ed impastare (3 min. vel. spiga) fino ad ottenere una pasta malleabile e dorata.
  4. Con l’impasto formare dei rotolini e tagliare piccoli quadratini di 1 cm circa.

  5. Friggere gli struffoli in abbondante olio di semi fino ad ottenere paline dorate e friabili da adagiare su carta assorbente.

  6. Sciogliere il miele in una padella (con aggiunta facoltativa di liquore e/o zucchero) e unire gli struffoli facendoli caramellare.
  7. Mettere gli struffoli in un piatto per dolci e decorare con confettini (e/o canditi),facendo colare sopra altro miele. 

E che dire, servite e beccatevi i complimenti dei vostri ospiti! E mi raccomando, che per quest’anno siano soltanto congiunti.

Ci si vede alla prossima ricetta natalizia!

3 pensieri riguardo “Struffoli napoletani

  • 28 Dicembre 2020 in 12 h 20 min
    Permalink

    Brava!!! È bello vedere i giovani testimonial della tradizione

    Rispondi
    • 29 Dicembre 2020 in 10 h 38 min
      Permalink

      Condivido, è bellissimo! La memoria del tempo che scorre e si tramanda attraverso una ricetta della nostra tradizione.
      Di questi tempi non è poco ….

      Rispondi
  • 28 Dicembre 2020 in 15 h 27 min
    Permalink

    Ma che brava, Francesca! Userò la tua ricetta per prepararli a Capodanno!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *